Scarab-out

 

Il progetto nasce dall’idea di Scarabò di dare vita a momenti educativi di condivisione, di aggregazione e di partecipazione collettiva. La proposta prende le mosse dal successo riscontrato dal festival dell’educazione Scarabò. Una città per educare e dalla volontà di dare continuità all’iniziativa che ogni anno vede partecipare e collaborare numerose realtà (associazioni, Istituzioni, professionisti, ecc.) e famiglie del territorio.
Scarabò, considerati i risultati della ricerca scientifica internazionale Trans-Urban Eu-China. Research & Innovation on Urban Transition che ha scelto il festival come caso di studio per il biennio 2018-2019, vuole rispondere alla richiesta di bambini e adulti di realizzare eventi educativi coinvolgenti la città più volte durante l’anno, anche in spazi diversi dal centro storico di Macerata. Scarab-out, pertanto, avendo come intento primario quello di promuovere attività educative condivise e partecipate e di offrire opportunità di crescita significative, sarà l’occasione per guardare oltre le mura cittadine e giungere alle zone urbane periferiche. La totalità delle attività previste dal progetto, infatti, si svolgeranno nei diversi quartieri della città, in spazi dove respirare l’autentico significato dello stare e del crescere insieme. Luoghi comuni, quindi, ma poco frequentati o abitualmente utilizzati per altri scopi, diventeranno spazi di cura delle relazioni, di divertimento e di apprendimento. Verranno chiamate a collaborare associazioni, Istituzioni e professionisti del territorio che proporranno esperienze educative laboratoriali rivolte ai cittadini di tutte le fasce d’età.

Scarab-out. Fuori dalle mura avrà inizio nel mese di Ottobre 2019 e fine nel mese di Aprile 2020. Uno/due pomeriggi al mese ci si ritroverà in uno dei quartieri di Macerata scelti; ci si darà, poi, appuntamento alla quarta edizione del festival “Scarabò. Una città per educare” a Maggio nel centro storico.

Finalità pubblica del progetto:
La finalità pubblica del progetto consiste nel voler radicare e accrescere l’idea di una comunità educante, a misura di bambini e famiglie, di ragazzi, di adulti ed anziani, nel segno di una cittadinanza attiva che ha a cuore se stessa e la città in cui vive.
Con il festival Scarabò. Una città per educare ci si è concentrati sul centro storico quale cuore pulsante della città; con Scarab-out. Fuori dalle mura l’intento è quello di procedere raggiungendo le arterie e le vene, cioè i quartieri e le strade cittadine.
Teatro, illustrazione, danza, artigianato, manualità creativa sono solo alcuni esempi delle attività laboratoriali che animeranno gli spazi della città, favorendone anche la (ri)scoperta. Dalla teoria alla pratica, dai libri all’asfalto, Scarabò vuole celebrare la capacità di agire insieme agli altri, facendo insieme gli altri, mentre la città stessa si fa scuola.

Programma: Work in progress